All posts in Bambini

BAMBINI ED EMOZIONI

BAMBINI ED EMOZIONI
Commenti disabilitati su BAMBINI ED EMOZIONI

Qualche sera fa sono andata ad un incontro dal titolo “Emozioni per crescere insieme” tenuto dal famoso dottor Pellai, in cui si parlava del rapporto tra genitori e figli e del mondo emotivo. Mi sono rimaste alcune idee interessanti in testa che vorrei condividere…Prima di tutto, il figlio primogenito è sempre il più sfortunato perché si becca il “genitore peggiore”, una madre e un padre ancora inesperti, in preda a quella rivoluzione esistenziale che è la nascita di un figlio, poco pratici a fare i conti con le proprie emozioni dirompenti a confronto con la nuova creatura e con quelle così sconosciute e a volte incomprensibili del bambino. Invece l’ultimogenito spesso è il più fortunato perché si merita due genitori già collaudati, che dai propri errori col primo figlio hanno imparato qualcosa.

Cosa succede quando i figli attivano emozioni forti in noi e che cosa imparano? L’unico modo per insegnare ai propri figli la regolazione emotiva è fargli vedere che siamo regolati noi, quindi è sempre bene chiedere aiuto quando ci si sente preda di stati emotivi che non si riescono a gestire. Un figlio è quella relazione che fa provare le emozioni al grado più elevato. Crescere i figli è una grandissima fatica, ma gli adulti siamo noi e dobbiamo mettere in gioco tutte le nostre competenze, al di là della fatica, dello stress, della stanchezza. Come genitori, possiamo trasmettere ai figli tre cose: 1. il sapere, le informazioni, i dati, le conoscenze; 2. il saper fare, l’avere tante competenze; 3. il saper essere, cioè riuscire a mettere a disposizione ciò che sappiamo e ciò che sappiamo fare nella relazione con l’altro. 

More

ALIMENTAZIONE E BAMBINI

ALIMENTAZIONE E BAMBINI
Commenti disabilitati su ALIMENTAZIONE E BAMBINI

Oggi si assiste a un diffondersi di disturbi del comportamento alimentare anche tra i bambini di tenera età. Il disturbo da alimentazione iperselettiva è il più comune disturbo alimentare infantile. Comune ma non per questo poco preoccupante, il più feroce precursore di disturbi maggiori. Abbiamo tutti nell’inconscio la rappresentazione della madre nutrice, il seno, la cura, il nutrimento del cibo che veicola il  nutrimento dell’anima, nessuna mamma sarà esentata dal sentirsi coinvolta in un rifiuto alimentare del proprio bambino, lo vivrà come un rifiuto di sé e della sua funzione materna. Non a caso nei primi mesi di vita di un bambino le prime domande che qualsiasi persona rivolge a una neo-mamma sono “Dorme?” e poi “Mangia?”, come se l’attestato di mamma sufficientemente buona passasse dal saper nutrire. E nel corso dello sviluppo il saper alimentare bene e in modo salutare il proprio bambino diventa sinonimo di buona educazione, molto più che un allenamento alle emozioni, ai sentimenti, se nutri in modo corretto tuo figlio (niente schifezze, cibi sani, bio…) la nostra società fa sentire che lo stai “preservando dal male” e crescendo meglio. Nell’infanzia i disturbi del comportamento alimentare sono diversi in alcune caratteristiche (ideali di peso e forme corporee) a quelli dell’età adolescenziale e adulta, ma uguali nella pervasività del disturbo, nella fatica della famiglia ad organizzarsi attorno ad un disturbo che irrompe nel corpo per mostrarsi, ma che vive nella mente e nelle relazioni e da cui non sa uscire se non con un sintomo corporeo così eclatante. 

More

OBESITA’ E BAMBINI

OBESITA’ E BAMBINI
Commenti disabilitati su OBESITA’ E BAMBINI

Purtroppo negli ultimi vent’anni si è assistito non solo ad un drastico aumento dell’obesità negli adulti, ma anche tra i più giovani. In estate è possibile non notare quanti bambini sotto ai 12-13 anni sono in evidente sovrappeso, e quanta ignoranza nelle persone che pensano di fare del bene nutrendo i propri bambini a suon di gelati e patatine. Spesso i genitori non si rendono conto che, così facendo, condannano i loro piccoli ad una condizione di sovrappeso che facilmente li accompagnerà tutta la vita, favorendo i disagi sociali ed uno scorretto rapporto con il cibo. Per quanto concerne la condizione di sovrappeso, ci sono problematiche a livello di salute alle quali andrà incontro il bambino quando crescerà. Un aspetto a volte trascurato, ma importantissimo in particolar modo per un bambino, è il disagio sociale: un bambino in sovrappeso avrà molti problemi a confrontarsi con i suoi compagni, a scuola e nel tempo libero. I bambini sanno essere molto sinceri, non hanno filtri e non hanno sviluppato ancora una giusta dose di empatia; essere deriso dai propri compagni può segnare profondamente un bambino e sicuramente un bambino in condizione di obesità o sovrappeso è un facile bersaglio. Forse agli occhi degli adulti possono sembrare cose di poco conto e spesso non sono realistici quando chiedono ai loro figli di restare indifferenti alle critiche dei loro compagni, ignoranti della possibilità che il figlio possa anche restarne traumatizzato, in una fase delle vita già di per sé difficile come quella della crescita.

More