All posts in Bambini

NINNA NANNA, NINNA O

NINNA NANNA, NINNA O
Commenti disabilitati su NINNA NANNA, NINNA O

Tutti hanno un’opinione sul modo migliore per addormentare un bambino e su che cosa fare quando non ci si riesce. Ci sono due scuole di pensiero che conquistano l’interesse dei genitori. La prima comprende coloro che propendono per una pratica nota come co-sleeping, sonno comune, per cui si permette ai bambini di dormire nel lettone dei genitori finchè non chiedono un letto proprio. La parte razionale di questo pensiero è che i bambini hanno bisogno di sviluppare associazioni positive col sonno e che il modo migliore per ottenere questo è tenerli in braccio, coccolarli, cullarli e massaggiarli finché non si addormentano. All’estremo opposto vi è l’approccio della ‘risposta ritardata’, più spesso noto come Ferberizing, dal dottor Richard Ferber, direttore del Centro per i Disordini infantili del Sonno di Boston. Secondo questa teoria, le cattive abitudini notturne vengono apprese e quindi possono essere rimosse. A questo fine, il dottor Ferber raccomanda che i genitori  mettano il bambino nella culla quando è ancora sveglio e gli insegnino ad addormentarsi da solo. Quando un bambino piange -dicendo in effetti “tirami fuori di qui” invece di rimettersi a dormire-, si suggerisce di lasciarlo piangere per periodi sempre più lunghi: cinque minuti la prima volta, dieci la successiva, poi quindici e così via (Chi di voi non ha letto o sentito parlare del libro “Fate la nanna”?).

More

LE BUGIE DEI BAMBINI

LE BUGIE DEI BAMBINI
Commenti disabilitati su LE BUGIE DEI BAMBINI

Esistono varie ragioni per cui un bambino può mentire. Se il proprio figlio è in età scolare, si tenga presente che il bambino a quest’età è caratterizzato da una grande esuberanza mentale ed emotiva, è poco critico e non discerne bene tra la realtà e la fantasia. Inoltre a quest’età il bambino ha una fantasia e immaginazione senza freni. È anche frequente che si inventino un compagno di giochi o un “amico immaginario” che in realtà non esiste. Pertanto non ci si deve preoccupare: se il proprio figlio inventa storie fantastiche a quest’età è perché la sua immaginazione è senza limiti, ma il problema si supera a mano a mano che matura.

More