All Posts tagged alimetazione

MINDFUL EATING: COME GESTIRE LE FESTE

MINDFUL EATING: COME GESTIRE LE FESTE
Commenti disabilitati su MINDFUL EATING: COME GESTIRE LE FESTE

Il prossimo incontro di Mindful Eating avrà per tema “Come gestire le feste”.

L’incontro si terrà Sabato 1 dicembre 2018, dalle 10 alle 12, e tratteremo un argomento molto temuto: come approcciarsi all’alimentazione durante le feste!

Come gestire i pranzi di Natale e dintorni, le cene di lavoro prenatalizie, gli aperitivi per scambiarsi gli auguri, i buffet di Natale e festività varie? Siete già in ansia per quelle tavolate immense che vi troverete davanti agli occhi o per le ore passate a tavola? Siete già preoccupati per i commenti di parenti, amici e colleghi di lavoro su quanto mangiate, o su come mangiate poco, o su quanto siete ingrassati o dimagriti? 

Forse i felici momenti di spensieratezza intorno ad una tavola imbandita diventano occasione di tensione, di scontro, di lotta interiore (“Devo resistere, voglio dimagrire”, “E’ troppo buono, non posso rinunciare”) o di battaglia contro diavoli tentatori (“Dai, prendine ancora un po’”)….Per chi durante l’anno lotta costantemente con il proprio peso, per chi fa della restrizione il suo stile alimentare quotidiano, per chi vive la mancanza di controllo o viceversa per chi perde sistematicamente il controllo sull’alimentazione, la gestione del cibo durante Natale e tutte le feste, con quei pranzi infiniti, brindisi, cenoni, dolci e cibo a volontà, appare complicata e addirittura drammatica e dolorosa! Il problema non è solo cosa permettersi di mangiare e cosa riuscire ad evitare, ma soprattutto i vissuti -quasi sempre di colpa- e gli stati d’animo prima e dopo ogni pasto, ad ogni momento in cui si affronta il cibo. Come esercitarsi a pensare in modo da non stare male di fronte alle tavole riccamente imbandite? Come affrontare in modo sereno il nostro rapporto col cibo in occasioni festose che da fonte di gioia e spensieratezza possono trasformarsi in stress, tensione e malessere? 
Ci troveremo sempre al centro Temenos di via Friuli, 50 a Milano.
Prenotate al 3389383650, o info@spazioaiuto.it, vi aspettiamo!

More

IMMAGINE FISICA

IMMAGINE FISICA
Commenti disabilitati su IMMAGINE FISICA

L’immagine fisica non è semplicemente il nostro corpo così come lo vediamo quando ci mettiamo davanti allo specchio, ma anche e soprattutto la percezione che abbiamo di esso. Si tratta dell’immagine mentale personale della forma, della dimensione e della taglia del corpo e dei sentimenti che proviamo rispetto a queste caratteristiche e alle singole parti fisiche. L’eccessiva importanza riservata all’immagine fisica è frutto dell’errata convinzione che, per essere socialmente accettati, sia necessario apparire in forma uguale, se non addirittura migliore a quella dei modelli proposti dai media.

L’immagine fisica è dettata da quattro diverse dimensioni che concorrono a formare la percezione che abbiamo di noi stessi, come sentiamo di essere fisicamente e come pensiamo che sia quel biglietto da visita che consideriamo la nostra immagine fisica: come penso di essere, come sento di essere, come vorrei essere, come penso che gli altri pensano che io sia. Inoltre come vediamo la nostra immagine fisica è influenzata dal nostro stato d’animo e dal nostro comportamento alimentare: se un dato giorno mangiamo bene, in modo sano e secondo i nostri obiettivi e desideri ci vediamo più belli e tonici rispetto al giorno in cui abbiamo mangiato tanto e non come vorremmo per sentirci in forma. Oltre alla bellezza e all’apparenza, che tra l’altro è assolutamente soggettiva, cioè diversa da persona a persona a seconda del giudizio personale, c’è dell’altro: esiste la rappresentazione mentale di noi stessi, ed è principalmente questa a determinare la nostra autostima.

Solitamente vediamo perlopiù quello che non ci piace. Osserviamo la pancia gonfia, le cosce grosse, le braccia rotondette, il sedere flaccido, ecc., come se tutti quelli che incontriamo notassero quel difetto posando il loro sguardo indagatore proprio lì. Perdiamo di vista la nostra immagine complessiva e finiamo per rimuginare sul corpo che si trasforma, o su singoli aspetti che non riusciamo ad accettare, perché ne abbiamo paura, non lo accettiamo e rimaniamo legati ad un’immagine ideale che spesso non ci corrisponde e forse non lo farà mai. E’ importante invece essere coscienti che il nostro corpo è un insieme, e che cambia in continuazione, che la pancia si gonfia in diversi momenti della giornata, ed è tutto normale.

A volte ci sono momenti in cui allo specchio ci vediamo bellissime: succede quando le tre dimensioni corporee, cioè il corpo percepito, il corpo ideale e il corpo come pensiamo sia visto, sono relativamente vicine, mentre se sono davvero distanti fra loro ci sentiamo inadeguati. Tutto dipende da quanto investiamo sul corpo, se riteniamo che l’aspetto fisico, l’esteriorità rappresenti molto, se diventa il nostro modo per sentirci sicuri di noi e l’unica cosa che apprezziamo di noi, piuttosto che la relazione tra noi ed il mondo intorno a noi. L’aspetto esteriore, l’immagine fisica e il disagio che sentiamo verso di essa è spesso la causa principale di un nostro disagio più profondo: è a questo che dobbiamo guardare per andare alla ricerca di una soddisfacente e reale autostima (Fonte: E. Mian).

Per commenti, scrivi a info@spazioaiuto.it

More