All Posts tagged ansia

COPPIA E RELAZIONI AFFETTIVE

COPPIA E RELAZIONI AFFETTIVE
Commenti disabilitati su COPPIA E RELAZIONI AFFETTIVE

Come viene vissuta oggi la coppia? Uomini e donne, nostri contemporanei, oggi spesso sono disperati perché abbandonati a se stessi, si sentono degli oggetti a perdere, che anelano la sicurezza dell’aggregazione e della relazione, una mano su cui poter contare nel momento del bisogno, e quindi ansiosi di instaurare relazioni, ma al contempo timorosi di restare impigliati in relazioni stabili.

Le relazioni di coppia, i legami affettivi tra le persone oggi sono fragili, anzi liquidi. Cosa vuol dire “liquidi”? La “fragilità” di un legame dà la sensazione che esso debba, prima o poi, irrimediabilmente frantumarsi, e quindi non tornare mai più come prima. Il termine “liquido”, invece, rende l’idea di legami di coppia che ondeggiano tra il desiderio di stabilità e sicurezza e, per contro, la paura di restare incastrati in cappi e legacci troppo stretti, cui dover sacrificare la propria personalità o la propria libertà, o ancora le proprie aspettative di vita.

In una società consumistica come quella nella quale viviamo quotidianamente, l’altro diventa una cosa pronta per noi, disponibile a nostro uso e consumo, non più oggetto del desiderio, ma oggetto di mero soddisfacimento. L’amore diventa l’arte di alimentare la «relazione tascabile», pronta all’uso, e sulla quale esiste un controllo totale. Le relazioni di coppia possono essere paragonate ad investimenti come tutti gli altri, ma vi verrebbe mai in mente di pronunciare un giuramento di fedeltà alle azioni che avete appena acquistato dal vostro promotore finanziario? Di non guardarvi mai intorno laddove possano presentarsi occasioni migliori?

Avere una relazione, vivere nella coppia, significa un mucchio di grattacapi, ma soprattutto vivere nella perpetua incertezza. Non potrai mai essere realmente, pienamente sicuro di cosa fare, nè certo di aver fatto la cosa giusta o di averla fatta al momento giusto. Fino a quando le relazioni sono viste come investimenti redditizi, come garanzie di sicurezza e soluzioni ai problemi, non c’è via di scampo: testa perdi, croce vince l’altro. La solitudine genera insicurezza, ma altrettanto sembra fare la relazione sentimentale di coppia. In una relazione puoi sentirti altrettanto insicuro di quanto saresti senza di essa, o anche peggio. Cambiano solo i nomi che dai alla tua ansia. Se riconoscete di vivere una relazione di coppia che vi mette ansia e vi genera insicurezze e  preoccupazioni, provate a chiedere un aiuto esperto in fretta…

Per domande o commenti, scrivi a info@spazioaiuto.it

More

DISTURBI ALIMENTARI E PERFEZIONISMO

DISTURBI ALIMENTARI E PERFEZIONISMO
Commenti disabilitati su DISTURBI ALIMENTARI E PERFEZIONISMO

Una caratteristica basilare e ricorrente nei disturbi alimentari, soprattutto nell’anoressia ma presente in tutti i problemi relativi al cibo, è il perfezionismo. Che cosa significa essere perfetti per una ragazza/o con disturbi alimentari? Il perfezionismo non è la stessa cosa che sforzarsi di fare il nostro meglio. Il perfezionismo non ha a che vedere con ottenere dei sani risultati e crescere, ma è la convinzione che se viviamo in modo perfetto, abbiamo un aspetto perfetto e ci comportiamo in modo perfetto, possiamo minimizzare o evitare la sofferenza provocata dal non sentirsi adeguati, dal restare soli e non considerati. Essere perfetti è uno scudo che ci trasciniamo dietro pensando che ci proteggerà quando in  realtà è proprio ciò che ci impedisce di spiccare il volo.

Nei disturbi alimentari il perfezionismo non significa migliorare, l’essenza del perfezionismo è il tentativo di guadagnarsi approvazione e accettazione. La maggior parte dei perfezionisti è stata allevata ricevendo lodi per i risultati ottenuti e per le proprie performance oppure senza riconoscimenti in quanto “è solo il tuo dovere”. Sforzarsi in modo sano significa concentrarsi su se stessi: in che modo posso migliorare? Il perfezionismo invece si concentra sugli altri: cosa penseranno?

Il perfezionismo è spesso il sentiero che conduce alla depressione, all’ansia, ai disturbi alimentari e alla paralisi esistenziale. L’espressione paralisi esistenziale si riferisce a tutte le opportunità che perdiamo perché siamo troppo spaventati per fare qualcosa che potrebbe essere imperfetto. Si riferisce anche a tutti i sogni che non inseguiamo a causa della nostra profonda paura di sbagliare, di commettere errori e deludere gli altri. E’ terrificante sbagliare quando si è perfezionisti: in palio c’è la propria autostima.

Il perfezionismo è distruttivo semplicemente perché la perfezione non esiste, è un obiettivo irraggiungibile. Inoltre, la perfezione ha più a che vedere con la percezione: vogliamo essere percepiti come perfetti. Di nuovo, si tratta di un obiettivo irraggiungibile: non esiste un modo per controllare la percezione altrui, a prescindere da quanto tempo e quanta energia spendiamo per riuscirci. Tutti abbiamo tendenze perfezioniste. Per alcuni il perfezionismo si manifesta solo nei momenti di particolare vulnerabilità. Per altri può essere compulsivo, cronico e debilitante. Ad esempio nei disturbi alimentari c’è la convinzione che se non mangio in modo perfetto, se non ho un fisico perfetto e se non sono perfetto in ogni pezzo della mia esistenza, sarò infelice, poco considerato, totalmente sbagliato, non avrò successo…Solo un percorso terapeutico può aiutare a smantellare le credenze errate del perfezionismo e a cambiare il modo in cui pensiamo a noi stessi.

Per domande o commenti, scrivi a info@spazioaiuto.it

More

PROBLEMI COL CIBO

PROBLEMI COL CIBO
Commenti disabilitati su PROBLEMI COL CIBO

La maggior parte delle persone che stanno leggendo questo post sa benissimo come mangiare bene, qual è una sana alimentazione, eppure molti hanno problemi col cibo. Forse sarete in grado di elencarmi le calorie di ogni alimento o i valori nutrizionali del cibo, sapete come si mangia sano e dove acquistare cibo salutare, sapete fare scelte sagge riguardo alla vostra alimentazione e prendervi cura di voi con l’attività fisica, eppure moltissimi hanno problemi col cibo, sono in sovrappeso, si abbuffano o digiunano. Perché tutta questa fatica con il cibo e l’alimentazione?

In fondo, possiamo sapere tutto ciò che è necessario sul cibo e una sana alimentazione, ma se è una di quelle giornate in cui ci sono mille problemi al lavoro, abbiamo litigato col partner, abbiamo mal di testa, dobbiamo consegnare un lavoro urgente, i jeans non entrano, l’economia è in crisi, la connessione Internet non funziona e abbiamo finito il latte…bhé, allora lasciamo perdere! Vogliamo solo placare l’ansia che ribolle dentro e lo stress con un pacco di biscotti, un sacchetto di patatine e del cioccolato. Non parliamo di quello che ci spinge a mangiare fino alla nausea, a darci da fare fino a scoppiare, o a digiunare per giornate intere, talmente desiderosi di annientarci e stemperare le nostre sensazioni, talmente ansiosi e insicuri che non riusciamo a mettere in atto quello che sappiamo essere meglio per noi! Non parliamo dello sforzo ossessivo per sentirci degni, talmente entrato a far parte delle nostre vite che non ci rendiamo neanche conto. In una giornata come quelle appena descritta, l’ansia fa parte della vita, ma il punto è imparare a gestirla, a sopportarla senza agirla sul cibo, senza che questo significhi riversare sul cibo tutto lo stress che deriva da qualsiasi cosa. Spesso lo stress scaturisce dalle aspettative che abbiamo su noi stessi: vogliamo che il nostro lavoro sia perfetto, vogliamo essere partner ineccepibili, vogliamo occuparci della casa, del lavoro e delle scadenze conciliando tutto alla perfezione, vogliamo prenderci cura del nostro aspetto fisico e mangiare in modo sano, tutto questo senza sentirci mai abbastanza (…produttivi, carini, ammirati, magri, affermati, talentuosi, intelligenti, forti, apprezzati…). Così il cibo rimane l’unica cosa per spezzare la catena delle pretese che abbiamo, per sollevare dall’ansia che tutto ciò comporta e cancellare ogni emozione, positiva o negativa. Solo un percorso terapeutico può aiutare a risolvere i problemi col cibo e insegnare a riconoscere e gestire i propri stati d’animo senza ricorrere sempre e comunque al cibo.

Per commenti, domande o appuntamenti, scrivi a info@spazioaiuto.it

More