All Posts tagged ansia

PROBLEMI COL CIBO? I DISTURBI ALIMENTARI

PROBLEMI COL CIBO? I DISTURBI ALIMENTARI
Commenti disabilitati su PROBLEMI COL CIBO? I DISTURBI ALIMENTARI

Nei problemi alimentari il cibo e il corpo si trasformano in nemici. L’azione congiunta di fattori sociali, economici e psicologici ha prodotto una generazione di donne che si considerano piene di difetti, si vergognano delle proprie esigenze e non si sentono autorizzate ad esistere, se non a condizione di trasformare se stesse in persone nuove e degne (cioè senza esigenze, senza bisogni, senza corpo). La cultura non solo ha insegnato alle donne a essere corpi insicuri, continuamente alla ricerca su se stessi di segni d’imperfezione; ha anche insegnato alle donne (e agli uomini) a vedere il corpo in un certo modo: la magrezza è sempre stata decantata come un pregio da un punto di vista estetico, ogni curva e rotondità finisce per essere vista come sgradevole, come grasso inestetico che deve essere eliminato.

I disturbi alimentari e i problemi col cibo sono essenzialmente disturbi della mente e quindi prima ancora che compaiano i segni fisici del disturbo alimentare, sono già presenti da tempo quelli psicologici che in modo sotterraneo invadono le idee e i pensieri dei ragazzi. Quindi il cambiamento fisico si accompagna e, a volte, viene preceduto da un grande cambiamento di carattere: instabilità emotiva, irritabilità, sbalzi d’umore, insonnia. Tutti sintomi collegati alla malnutrizione, ma in parte da ricondurre anche alla devastazione terribile che questi disturbi determinano nella mente di queste giovani vite. Purtroppo l’attenzione all’alimentazione e l’eliminazione di alcuni alimenti, come pasta e dolci, è presente in moltissimi adolescenti e quindi non viene inizialmente compresa nella sua gravità. Ma quando questa attenzione diventa continua, ossessiva e si accompagna al continuo osservarsi allo specchio o al continuo salire sulla bilancia ciò deve farci riflettere se non stia succedendo qualcosa. A volte il disturbo alimentare diventa il modo con cui l’adolescente trova il canale inconscio per protestare ed opporsi ad un’immagine che gli adulti vogliono imporgli. Nei disturbi alimentari quando una persona chiede aiuto e decide di affrontare il cambiamento che noi chiamiamo “guarigione”, è necessario un approccio globale a tutte le problematiche, personali, familiari, sociali, un prendersi cura totale che parta dalla considerazione della sofferenza, piuttosto che della malattia o del mangiare male per abitudine. La prima richiesta di aiuto che viene da una persona che soffre di un disturbo alimentare è quella di capire: capire se stessi, il sintomo, il perché si sia arrivati a farsi del male, il perché non si riesca a smettere…Sono queste le domande più pressanti che si esplorano in un percorso terapeutico. Nell’oasi felice che si è dimostrato il disturbo alimentare, nel problema col cibo, nel sintomo hanno trovato esilio tutti i problemi, le ansie, le angosce che altrimenti sarebbero risultate devastanti per la persona e l’identità, il sintomo è una corazza e una protezione alle richieste interiori e verso il mondo.  Per guarire e risolvere il problema col cibo è necessario cercare un aiuto specifico che permetta di liberarsi dalla gabbia del disturbo alimentare.

Per commenti, scrivi a info@spazioaiuto.it

More

ANSIA E STRESS

ANSIA E STRESS
Commenti disabilitati su ANSIA E STRESS

Una delle cose che più ci impegna nelle attività della nostra quotidianità è lo stress, che a sua volta procura, anche se non da solo, ansia, con le conseguenti situazioni di disagio che ne derivano e che possono assumere vere e proprie connotazioni di malattia o di disturbo. E’ altrettanto vero che l’ansia, che ha le sue radici nei conflitti dell’inconscio, a sua volta procura una grande quantità di stress e così il circolo diventa vizioso, e le due cose si influenzano e si rafforzano reciprocamente. L’ansia è un particolare stato psicologico, caratterizzato da una sintomatologia somatica e da una percezione della realtà tale da vivere in una costante aspettativa di qualche evento negativo, spesso scollegato da un reale motivo contingente. Tale condizione è così frequente che tutti gli esseri umani, prima o poi, la sperimentano e la sensazione che l’accompagna è quella di incapacità e di inadeguatezza delle proprie risorse rispetto a ciò che ci si accinge a vivere in un dato momento. A queste sensazioni di difficoltà psicologica si accompagna spesso una situazione di disagio fisico, caratterizzato da tutta una serie di sintomi a carico dei vari organi e apparati, come cefalea, tachicardia, sudorazione, disturbi intestinali, insonnia, eccetera. Quando l’ansia è vissuta con una intensità eccessiva viene definita angoscia. Tuttavia ci sono situazioni in cui è possibile considerare l’ansia come normale e non patologica. Un modesto livello di ansia aiuta a migliorare le nostre prestazioni e a rispondere in maniera più adeguata ai compiti che nella vita quotidiana dobbiamo portare a termine. La terapia psicologica dell’ansia eccessiva invece si assume il compito di riorganizzare la struttura della personalità al fine di renderla più forte e quindi più in grado di far fronte agli eventi della vita.

L’ansia e lo stress hanno spesso forti ripercussioni sul nostro comportamento alimentare. Negli individui soggetti a stress, il livello degli zuccheri nel sangue si alza e diminuisce rapidamente  e in modo irregolare: risulta, quindi, favorevole l’assunzione di zuccheri sotto forma di carboidrati complessi come cereali, pasta, riso, pane e patate perché rilasciano gli zuccheri in modo lento. Assumere pasti piccoli e frequenti piuttosto che grosse abbuffate aiuterà a mantenere il tasso zuccherino nel sangue stabile. La produzione cerebrale di serotonina è sensibile alla dieta: mangiare più vegetali può aiutare nella produzione di questa importante sostanza grazie all’aumentato assorbimento dell’aminoacido  triptofano. E’ chiaro come tutti ma ancora di più le persone sottoposte a stress, devono seguire una dieta nutriente e ben equilibrata. E come un rapporto disturbato con l’alimentazione contribuisce a peggiorare i livelli di ansia e stress presenti in un soggetto, creando un circolo vizioso -più si mangia più si va in ansia, più si va in ansia più si mangia– che spesso è difficile interrompere senza un aiuto specifico.

Per commenti, scrivi a info@spazioaiuto.it

 

More

DISTURBI ALIMENTARI: LE CAUSE

DISTURBI ALIMENTARI: LE CAUSE
Commenti disabilitati su DISTURBI ALIMENTARI: LE CAUSE

Come può nascere un disturbo del comportamento alimentare?

Le cause che portano ai disturbi alimentari sono sempre molteplici. Possono ritrovarsi: · nell’ambiente che ci circonda – fattori socio culturali; · nella persona stessa – fattori biologici; · nelle esperienze di vita: difficoltà, conflitti, insoddisfazioni – fattori psicosociali. Questi tre fattori sono strettamente correlati tra di loro e si influenzano a vicenda. Quindi non si può parlare di una singola causa, ma bisogna tenere presente che i fattori implicati nei disturbi alimentari sono diversi e che la loro importanza varia da caso a caso. Le seguenti domande aiutano a capire quali sono i problemi all’origine di un disturbo dell’alimentazione.

More