All Posts tagged feste

MINDFUL EATING: COME GESTIRE LE FESTE

MINDFUL EATING: COME GESTIRE LE FESTE
Commenti disabilitati su MINDFUL EATING: COME GESTIRE LE FESTE

Il prossimo incontro di Mindful Eating avrà per tema “Come gestire le feste”.

L’incontro si terrà Sabato 1 dicembre 2018, dalle 10 alle 12, e tratteremo un argomento molto temuto: come approcciarsi all’alimentazione durante le feste!

Come gestire i pranzi di Natale e dintorni, le cene di lavoro prenatalizie, gli aperitivi per scambiarsi gli auguri, i buffet di Natale e festività varie? Siete già in ansia per quelle tavolate immense che vi troverete davanti agli occhi o per le ore passate a tavola? Siete già preoccupati per i commenti di parenti, amici e colleghi di lavoro su quanto mangiate, o su come mangiate poco, o su quanto siete ingrassati o dimagriti? 

Forse i felici momenti di spensieratezza intorno ad una tavola imbandita diventano occasione di tensione, di scontro, di lotta interiore (“Devo resistere, voglio dimagrire”, “E’ troppo buono, non posso rinunciare”) o di battaglia contro diavoli tentatori (“Dai, prendine ancora un po’”)….Per chi durante l’anno lotta costantemente con il proprio peso, per chi fa della restrizione il suo stile alimentare quotidiano, per chi vive la mancanza di controllo o viceversa per chi perde sistematicamente il controllo sull’alimentazione, la gestione del cibo durante Natale e tutte le feste, con quei pranzi infiniti, brindisi, cenoni, dolci e cibo a volontà, appare complicata e addirittura drammatica e dolorosa! Il problema non è solo cosa permettersi di mangiare e cosa riuscire ad evitare, ma soprattutto i vissuti -quasi sempre di colpa- e gli stati d’animo prima e dopo ogni pasto, ad ogni momento in cui si affronta il cibo. Come esercitarsi a pensare in modo da non stare male di fronte alle tavole riccamente imbandite? Come affrontare in modo sereno il nostro rapporto col cibo in occasioni festose che da fonte di gioia e spensieratezza possono trasformarsi in stress, tensione e malessere? 
Ci troveremo sempre al centro Temenos di via Friuli, 50 a Milano.
Prenotate al 3389383650, o info@spazioaiuto.it, vi aspettiamo!

More

NATALE E ALIMENTAZIONE

NATALE E ALIMENTAZIONE
Commenti disabilitati su NATALE E ALIMENTAZIONE

Natale e tutte le feste sono, per le persone che soffrono di un disturbo dell’ alimentazione o per chi ha un rapporto complicato col cibo, grande motivo di ansia e preoccupazione. A causa del cibo, abbondante e di solito molto calorico (panettone, pandoro, torrone, lasagne, frutta secca, cotechino e qualsiasi prelibatezza la vostra regione contempli) per molte persone il periodo di Natale si trasforma in un incubo, invece che essere momento di spensieratezza e di gioia. I felici momenti di spensieratezza intorno ad una tavola imbandita diventano occasione di tensione, di scontro, di lotta interiore o di battaglia contro diavoli tentatori (“Dai, prendine ancora un po’”). Per chi durante l’anno lotta costantemente con il proprio peso, per chi fa della restrizione il suo stile alimentare quotidiano, per chi vive la mancanza di controllo, la gestione del cibo durante Natale e tutte le feste, con quei pranzi infiniti, brindisi, cenoni, dolci e cibo a volontà, appare complicata e addirittura drammatica…Il problema non è solo cosa permettersi di mangiare e cosa riuscire ad evitare, ma soprattutto i vissuti -quasi sempre di colpa- e gli stati d’animo prima e dopo ogni pasto, ad ogni momento in cui si affronta il cibo. Anche una piccola noce o una forchettata in più di qualcosa possono dare la sensazione di aver esagerato, portano a colpevolizzarsi innescando un circolo vizioso difficile da rompere (“Oramai ho sgarrato, tanto vale ingozzarsi”, “Ecco ho infranto le mie regole, adesso mi abbuffo”, “Non sono riuscita a controllarmi, d’ora in poi digiuno”).  

Come affrontare allora Natale e il periodo delle festività senza arrivare al 7 Gennaio distrutti e uccisi dai sensi di colpa?

  • Innanzitutto non arrivate troppo affamati ai pranzi o alle cene, altrimenti sarà più difficile controllarvi e non cedere alla vostra fame da lupi.
  • Mangiate lentamente, gustate le pietanze che state assaporando e che magari non vi concedete mai, cercate di godere della compagnia di chi vi sta di fronte invece di “duellare” con il vostro piatto. A questo proposito potrebbero esservi utili esercizi di Mindful Eating (http://www.spazioaiuto.it/mindful-eating/), per imparare a mangiare con consapevolezza, concedendovi di porre attenzione al gusto di ciò che mangiate invece che badare solo ai vostri pensieri negativi e alle vostre critiche interiori.
  • Non esagerate con i cibi che ritenete “proibiti” e che di solito vi vietate, per non ingigantire i vostri sensi di colpa, concedetevi una cosa golosa per volta, riscoprendone il sapore sconosciuto, facendovi i complimenti se riuscite a mangiarla in modo mindful e senza colpevolizzarvi.
  • Non pesatevi tutti i giorni, inutile valutare cambiamenti di peso giornalieri quando si mangia in maniera diversa e più abbondante del solito, le eventuali variazioni di peso sulla bilancia non farebbero altro che aumentare la vostra ansia e i vostri sensi di colpa, rendendo ancora più difficile confrontarvi col cibo.
  • Ma soprattutto provate a parlare con qualcuno delle vostre difficoltà e delle vostre lotte interiori col cibo, così che possano “sgonfiarsi” e non apparirvi più grosse di quello che sono. Se volete, potete anche scrivere qui: info@spazioaiuto.it o 3389383650.

Per ora Buon Natale e Buone Feste!

 

More

DISTURBI ALIMENTARI: NATALE

DISTURBI ALIMENTARI: NATALE
Commenti disabilitati su DISTURBI ALIMENTARI: NATALE

Come consuetudine, desidero scrivere un post sul tema disturbi alimentari e Natale, perché una festa che per la maggioranza delle persone è occasione di gioia, convivialità, allegria, per chi soffre di disturbi alimentari diventa occasione di tensione, stress, ansia e angoscia, nonché crisi e difficoltà. Non pensate che il problema a Natale sia solo per chi soffre di anoressia, che di fronte a tavole imbandite, pranzi infiniti, cenoni sovrabbondanti deve fare i conti con la sua restrizione e con la sua strategia di coping dell’evitamento (fosse facile in situazioni dove tutti mangiano senza pensieri, come se non ci fosse un domani), che in occasioni dove il cibo è quasi protagonista si trova a far fronte a commenti, frasi fastidiose, occhiate accusatorie o interrogative. Il problema è tanto quanto grave anche per chi soffre di alimentazione compulsiva, binge eating o bulimia: pensate che sia facile a Natale evitare abbuffate, esagerazioni, evitare perdite di controllo in situazioni in cui anche chi non ha un disturbo alimentare ed ha un rapporto sereno con il cibo capita di perdere il controllo di fronte a tante prelibatezze, a tanta abbondanza di cibo, dolci, eccetera? Questa la testimonianza di una ragazza che soffre di disturbi alimentari: “Oggi abbuffata colossale… mamma ha comprato i dolci di Natale e io ho fatto festa…Mi sento malissimo e in colpa, sono salita di un kg in una giornata, mi sento impotente e nuda davanti alla grandezza della malattia, la vedo come un immenso iceberg che non mi permette di guardare al di là…Mi sono guardata allo specchio con questa pancia così piena e così gonfia! Sto facendo del male a tutti, mia mamma si è talmente sentita ferita dalle mie lacrime. Ma come si fa? Come si fa a uscirne? Voglio solo tornare la ragazza sorridente che ero, voglio tornare a non pesarmi ogni mattina per non iniziare di m…. ogni giornata, perchè ogni numero che vedo è quello sbagliato.”

Come si fa ad uscirne? Innanzitutto cercare uno specialista che si occupi di disturbi alimentari per affrontare il problema: il problema non siete voi ma il vostro sintomo, e di questo ci si può liberare!

E come si fa nei disturbi alimentari ad affrontare Natale con le feste annesse e connesse?

More