All Posts tagged immagine fisica

IMMAGINE FISICA

IMMAGINE FISICA
Commenti disabilitati su IMMAGINE FISICA

L’immagine fisica non è semplicemente il nostro corpo così come lo vediamo quando ci mettiamo davanti allo specchio, ma anche e soprattutto la percezione che abbiamo di esso. Si tratta dell’immagine mentale personale della forma, della dimensione e della taglia del corpo e dei sentimenti che proviamo rispetto a queste caratteristiche e alle singole parti fisiche. L’eccessiva importanza riservata all’immagine fisica è frutto dell’errata convinzione che, per essere socialmente accettati, sia necessario apparire in forma uguale, se non addirittura migliore a quella dei modelli proposti dai media.

L’immagine fisica è dettata da quattro diverse dimensioni che concorrono a formare la percezione che abbiamo di noi stessi, come sentiamo di essere fisicamente e come pensiamo che sia quel biglietto da visita che consideriamo la nostra immagine fisica: come penso di essere, come sento di essere, come vorrei essere, come penso che gli altri pensano che io sia. Inoltre come vediamo la nostra immagine fisica è influenzata dal nostro stato d’animo e dal nostro comportamento alimentare: se un dato giorno mangiamo bene, in modo sano e secondo i nostri obiettivi e desideri ci vediamo più belli e tonici rispetto al giorno in cui abbiamo mangiato tanto e non come vorremmo per sentirci in forma. Oltre alla bellezza e all’apparenza, che tra l’altro è assolutamente soggettiva, cioè diversa da persona a persona a seconda del giudizio personale, c’è dell’altro: esiste la rappresentazione mentale di noi stessi, ed è principalmente questa a determinare la nostra autostima.

Solitamente vediamo perlopiù quello che non ci piace. Osserviamo la pancia gonfia, le cosce grosse, le braccia rotondette, il sedere flaccido, ecc., come se tutti quelli che incontriamo notassero quel difetto posando il loro sguardo indagatore proprio lì. Perdiamo di vista la nostra immagine complessiva e finiamo per rimuginare sul corpo che si trasforma, o su singoli aspetti che non riusciamo ad accettare, perché ne abbiamo paura, non lo accettiamo e rimaniamo legati ad un’immagine ideale che spesso non ci corrisponde e forse non lo farà mai. E’ importante invece essere coscienti che il nostro corpo è un insieme, e che cambia in continuazione, che la pancia si gonfia in diversi momenti della giornata, ed è tutto normale.

A volte ci sono momenti in cui allo specchio ci vediamo bellissime: succede quando le tre dimensioni corporee, cioè il corpo percepito, il corpo ideale e il corpo come pensiamo sia visto, sono relativamente vicine, mentre se sono davvero distanti fra loro ci sentiamo inadeguati. Tutto dipende da quanto investiamo sul corpo, se riteniamo che l’aspetto fisico, l’esteriorità rappresenti molto, se diventa il nostro modo per sentirci sicuri di noi e l’unica cosa che apprezziamo di noi, piuttosto che la relazione tra noi ed il mondo intorno a noi. L’aspetto esteriore, l’immagine fisica e il disagio che sentiamo verso di essa è spesso la causa principale di un nostro disagio più profondo: è a questo che dobbiamo guardare per andare alla ricerca di una soddisfacente e reale autostima (Fonte: E. Mian).

Per commenti, scrivi a info@spazioaiuto.it

More

DIETE E CIBO

DIETE E CIBO
Commenti disabilitati su DIETE E CIBO

Molte donne hanno problemi con la propria immagine corporea, con la propria autostima e con il rapporto sempre complicato tra cibo ed emozioni. Così ricorrono spesso a diete restrittive o a regimi ipocalorici-salutisti con la speranza di guadagnare armonia con se stessi, con la propria immagine fisica e di recuperare stima in se stessi. Ma c’è una differenza tra le diete del perfezionismo e quelle degli obiettivi sani, ed è questa:

Dialogo interiore perfezionista: “Oddio! niente mi sta bene. Sono grassa e brutta. Mi vergogno del mio aspetto. Devo essere diversa per essere degna di amore e attenzione, per piacermi.”

Dialogo interiore rivolto ad obiettivi sani: “Voglio farlo per me stessa. Voglio sentirmi meglio e in forma. La bilancia non decide se sono amata e accettata. Voglio imparare a piacermi. Se credo di essere degna di amore, rispetto e attenzione attirerò coraggio e amore nella mia vita. Voglio risolvere questa situazione, posso farlo!”

Passare dal primo dialogo interiore al secondo può cambiare la vita. Il perfezionismo non porta a nessun risultato. Porta solo alla cioccolata! Non si sarà mai abbastanza magre, alte, snelle, sexy, toniche…e più ci si sforza di ottenere risultati, meno ci si avvicina ad essi, poiché l’asticella di ciò che si vuole raggiungere viene alzata ad ogni piccolo successo, invece che essere soddisfatti di se stessi e complimentarsi con ciò che si è raggiunto e con ciò che si è diventati…

La maggior parte di noi assume comportamenti che fanno diventare insensibili e attenuano il disagio. Non si può scegliere a quali emozioni essere insensibili. Quando non vogliamo sentire le emozioni dolorose, ci rendiamo insensibili anche a quelle positive. La dipendenza può essere descritta come un intorpidimento cronico e compulsivo, accompagnato dall’attenuazione delle sensazioni. Le emozioni forti che viviamo hanno estremità molto acuminate, come delle spine. Quando ci pungono, ci sentiamo a disagio, soffriamo addirittura. Per molti, la prima reazione alla vulnerabilità e al dolore di queste punte acuminate non è accettare il disagio e cercare di attraversarlo, gestendo le proprie emozioni, ma respingerlo. Lo facciamo diventando insensibili e attenuando il dolore con tutto ciò che ci offre un rapido sollievo. Possiamo anestetizzarci con un sacco di cose: l’alcol, le droghe, il cibo, il sesso, i rapporti sociali, il lavoro, i soldi, tenendoci occupati, facendo shopping, con il perfezionismo, con Internet…La dipendenza consiste proprio nell’assumere questi comportamenti in modo compulsivo e cronico, per attenuare le emozioni e rendersi insensibili a ciò che fa male. Attraverso un percorso psicologico è possibile scoprire o ritrovare modalità per affrontare ogni tipo di sensazioni senza rifugiarsi in una qualche forma di dipendenza.

Per domande o commenti, scrivi a info@spazioaiuto.it

More

TEST IMMAGINE CORPOREA

TEST IMMAGINE CORPOREA
Commenti disabilitati su TEST IMMAGINE CORPOREA

Oggi vi propongo un test per valutare il vostro livello di soddisfazione nei confronti del vostro corpo e della vostra immagine fisica, il vostro atteggiamento verso il vostro peso, quali comportamenti di evitamento e di controllo, le preoccupazioni specifiche per determinate parti corporee. Forse l’estate è stato un momento particolarmente utile per misurare e riflettere sui vissuti relativi al vostro corpo, alla vostra immagine e al vostro peso. Può essere che vi siate accorti di avere preoccupazioni eccessive o che si sia intensificata una sensazione di disagio rispetto a parti del corpo che non vi piacciono o che faticate ad accettare. La fine delle vacanze è il momento adatto per fare un lavoro di verifica riguardo all’immagine corporea ed eventualmente chiedere aiuto se vi rendeste conto di avere qualche problema legato alla vostra immagine corporea, al vostro peso e a come vi vedete fisicamente o pensate di essere visti dagli altri.

Cliccate sul link sottostante per fare il TEST e inserite la vostra mail per avere una restituzione al test: 

Body Uneasiness Test

Per commenti, scrivi a info@spazioaiuto.it

More