All Posts tagged legame

COPPIA E TRADIMENTI

COPPIA E TRADIMENTI
Commenti disabilitati su COPPIA E TRADIMENTI

Nessuno di noi sa bene cosa sta facendo quando inizia una relazione di coppia. Spesso c’è il tranello dell’essere pronto, ma quando ciò avviene? Mai…Vuol dire avere previsto e tenuto sotto controllo tutto ciò che può capitare, il che non è possibile! Vorremmo in partenza ciò che sarà un punto di arrivo…La vita di coppia si regge su quattro pilastri: l’attrazione fisica, la stima di fondo, la disponibilità a un ‘per sempre’, la pazienza di ricominciare. Spesso il legame è visto come una prigione, in realtà cosa blocca all’interno di un legame? Spesso la vera libertà è in relazione ai propri “carcerieri interiori”, che a volte causano dei tradimenti.

Tradimento etimologicamente significa mancare alla parola data, violare un impegno assunto. Nella coppia ci sono tre promesse che la caratterizzano:

  • mettersi in gioco nel rapporto con l’altro
  • mettere al primo posto la relazione
  • curare il legame

Riguardo alla prima promessa, io accetto di farmi conoscere, diamo il permesso all’altro di accedere a un’intimità che solo la frequentazione permette. Con il partner sei “come un attore nel camerino”: ti vede senza trucco, per ciò che sei realmente. Nella coppia si tradisce questa promessa quando non voglio farmi conoscere o rifiuto di farmi giudicare. Invece l’altro è un ottimo supervisore, se siamo capaci di accettare anche le critiche.

Rispetto alla seconda promessa “Io e te al 1° posto!”, ci si può porre la domanda: chi mettiamo al primo posto invece nella classifica? Ci sono degli “amanti” costituiti dai nostri valori, che diventano disturbo nella coppia; altri amanti nascosti sono i valori religiosi, estetici-salutisti, per non parlare dei figli e della famiglia di origine! Quando compare un amante (anche reale) là si è catalizzata un’energia che nella coppia non ha trovato il modo di esprimersi altrimenti.

Relativamente alla terza promessa “curerò il nostro legame”, la coppia è il nostro primo figlio, non vive di luce propria, bisogna allenarsi ad una periodica trasformazione, se no si tradisce la realtà della coppia. Non rimpiangere quell’epoca in cui tu eri così, ma accettare di vivere nuove versioni della nostra coppia. E’ necessario accettare di sviluppare nuove parti di sé, che nuove fasi di vita richiedono, la vita va avanti…Inoltre è necessario accettare di affiancare i cambiamenti dell’altro. Fattori predittivi del successo di coppia sono i modi in cui si gestiscono le divergenze, non tanto le cose che vanno bene. E’ importante sviluppare buone competenze per attraversare anche i conflitti e prendersi cura così della coppia.

(fonte: Elisabetta Orioli)

Per commenti, scrivi a info@spazioaiuto.it

 

More

COPPIA, AMORE E CRISI

COPPIA, AMORE E CRISI
Commenti disabilitati su COPPIA, AMORE E CRISI

“Come riconoscere se quello che provo è amore vero?”, “E’ quello giusto?”, “Durerà?”, “Non mi stancherò di lui/lei?”: domande e dubbi comuni che le coppie vivono all’inizio del loro rapporto. Nelle coppie è molto pressante il bisogno di voler rispondere a tutti i costi a queste domande, per cui difficilmente tollerano l’idea che una risposta non ci sia, o che vada pazientemente costruita nel tempo. Anzi, quando durante una qualsiasi e fisiologica crisi che la coppia potrà incontrare, pare arrivare una risposta negativa, la soluzione è spesso una veloce separazione. Nonostante una coppia sia razionalmente disposta ad accettare l’idea dell’incertezza in amore, è comunque diffusa un’insistente tendenza ad irrigidirsi nella ricerca di sicurezze o a immergersi in illusioni consolatorie. L’essere convinti che su questa terra esista l’altra metà della mela, l’anima gemella, è certamente un pensiero molto rassicurante, denso di magia. Quando si è innamorati si sperimenta questa dimensione appagante: l’altro appaga tutti i desideri più nascosti, capisce al volo, intuisce i bisogni e incarna ogni aspettativa. E nel caso in cui il dubbio si affacci nei pensieri, la percezione di benessere con l’altro è così intensa che si tende a relegare il dubbio in un angolo. Ma purtroppo questa illusione di amore e di perfezione è destinata ad infrangersi, nel contatto con la quotidianità che inevitabilmente introduce elementi concreti che deturpano il sogno.

L’incertezza e il dubbio sono vissuti da alcuni come problema destabilizzante che richiede una soluzione. E’ come se volessero in anticipo delle garanzie sul successo della relazione. Per questo mettono in atto una serie di strategie allo scopo di verificare se l’altro è degno di coinvolgimento e di fiducia rispetto al mio sogno d’amore. Ognuno esprime nella costruzione del proprio progetto, del proprio sogno rispetto alla vita di coppia, le aspettative, i bisogni, le aspirazioni che rispondono alla propria filosofia di vita. Anche il modello genitoriale influenza in positivo (“vorrei un uomo forte come mio padre”) o in negativo (“non vorrei mai una donna fredda come mia madre”) il proprio ideale. Ci sono inoltre differenze rispetto al modo di vivere questo ideale: per alcuni diventa un modello rigido a cui ancorarsi, per altri è il punto di partenza del possibile incontro con l’altro. In questo caso il confronto con il partner e con il suo modello potrà servire a introdurre modifiche e adattamenti nel proprio immaginario. Oggi si è abituati a non fidarsi delle idealizzazioni, perché poggiano su processi illusori come l’immaginazione, il sogno e la fantasia. La cultura odierna ha indotto atteggiamenti cinici e disincantati verso ciò che la ragione non riesce a comprendere, per cui se nella coppia l’altro non soddisfa alcuni dei miei più concreti bisogni e non mi aiuta nel raggiungimento di alcuni risultati (figli, casa, denaro, certezze, ecc.) allora significa che la mia coppia è in crisi. Invece la coppia può diventare il viaggio privilegiato e l’occasione propizia alla scoperta di una bellezza intangibile, non manifesta e non documentabile, verso un divenire da scoprire e costruire insieme, a condizione che la coppia sappia attraversare le tempeste che la delusione e la frustrazione inevitabilmente producono. Per superare una crisi di coppia e arrivare ad un amore maturo occorre una tensione alla cura del legame e al nutrimento della coppia, una evoluzione della capacità di gestire una relazione intima di coppia aldilà di idealizzazioni e sogni.

Per commenti, scrivi a info@spazioaiuto.it 

 

More

COPPIA: 1+1=3

COPPIA: 1+1=3
Commenti disabilitati su COPPIA: 1+1=3

Durante il suo viaggio la coppia attraversa dimensioni diverse: in alcuni momenti trova sicurezza e comprensione profonda nell’incontro fusionale, in altri sperimenta la separatezza e la distanza realizzando un bisogno di differenziazione; in altri ancora si apre alla generatività della relazione, quando è capace di diventare luogo d’incontro non “mio”, non “tuo”, ma “nostro”, terra di nessuno, alla scoperta della creatività e della fertilità dell’amore, luogo dove si concepisce un progetto, un’idea, qualcosa che è “terzo” e che supera entrambe le individualità. Lo stare con l’altro, nelle sue diverse dimensioni, può però essere un raccontarsi, corteggiarsi, confrontarsi e farsi conoscere al fine di condurre l’altro nella propria terra, plasmarlo e ridurlo a sé, o farsi sedurre e a lasciarsi condurre nella sua terra. Può cioè essere dominato dal bisogno di possesso di uno sull’altro e, in questo caso, come esseri individuati e differenziati i partner avranno cessato di esistere. Nonostante questo tipo di rapporto possa avere in fondo una gioia e una gratificazione particolare, in realtà ci si travia, ci si tradisce reciprocamente, si rischia di vivere la vita nella terra di un altro o di costringere l’altro a vivere nella propria, trasformando la coppia in luogo mortificante e sterile. Nonostante l’oggettiva nascita di progetti o figli reali, vi sono relazioni in realtà sterili dal punto di vista psicologico, in cui persino i figli o i progetti sono usati per il mantenimento di un equilibrio statico: fanno parte cioè di un inconsapevole progetto utilitaristico teso a confermare i partner. Mentre la fertilità autentica della coppia si esprime appieno unicamente quando i due sono in grado di aprirsi alla dimensione di incertezza, concedendosi una libertà di trasformazione che apra alla dimensione del mistero proprio e altrui. I partner possono realmente aprirsi all’avventura della fertilità solo se sono capaci di avventurarsi nella terra di nessuno, regalandosi la possibilità di cambiare. Nella terra di nessuno è bandita ogni appropriazione e tentativo di possesso, è una terra di mistero in cui avvengono miracoli ed è quasi impossibile accedervi all’inizio del viaggio, perché è un luogo che apre i suoi orizzonti quando l’essere umano diventa capace di rinunciare a se stesso serenamente, pur essendoci con tutto se stesso, condizione che egli apprende pazientemente proprio nel rapporto con l’altro. È quindi una terra rischiosa che apre all’ignoto e per arrivarci bisogna proprio volerlo, allenandosi fin dall’inizio a intuirne la bellezza.

More