All Posts tagged mindful eating

MINDFUL EATING: COME GESTIRE LE FESTE

MINDFUL EATING: COME GESTIRE LE FESTE
Commenti disabilitati su MINDFUL EATING: COME GESTIRE LE FESTE

Il prossimo incontro di Mindful Eating avrà per tema “Come gestire le feste”.

L’incontro si terrà Sabato 1 dicembre 2018, dalle 10 alle 12, e tratteremo un argomento molto temuto: come approcciarsi all’alimentazione durante le feste!

Come gestire i pranzi di Natale e dintorni, le cene di lavoro prenatalizie, gli aperitivi per scambiarsi gli auguri, i buffet di Natale e festività varie? Siete già in ansia per quelle tavolate immense che vi troverete davanti agli occhi o per le ore passate a tavola? Siete già preoccupati per i commenti di parenti, amici e colleghi di lavoro su quanto mangiate, o su come mangiate poco, o su quanto siete ingrassati o dimagriti? 

Forse i felici momenti di spensieratezza intorno ad una tavola imbandita diventano occasione di tensione, di scontro, di lotta interiore (“Devo resistere, voglio dimagrire”, “E’ troppo buono, non posso rinunciare”) o di battaglia contro diavoli tentatori (“Dai, prendine ancora un po’”)….Per chi durante l’anno lotta costantemente con il proprio peso, per chi fa della restrizione il suo stile alimentare quotidiano, per chi vive la mancanza di controllo o viceversa per chi perde sistematicamente il controllo sull’alimentazione, la gestione del cibo durante Natale e tutte le feste, con quei pranzi infiniti, brindisi, cenoni, dolci e cibo a volontà, appare complicata e addirittura drammatica e dolorosa! Il problema non è solo cosa permettersi di mangiare e cosa riuscire ad evitare, ma soprattutto i vissuti -quasi sempre di colpa- e gli stati d’animo prima e dopo ogni pasto, ad ogni momento in cui si affronta il cibo. Come esercitarsi a pensare in modo da non stare male di fronte alle tavole riccamente imbandite? Come affrontare in modo sereno il nostro rapporto col cibo in occasioni festose che da fonte di gioia e spensieratezza possono trasformarsi in stress, tensione e malessere? 
Ci troveremo sempre al centro Temenos di via Friuli, 50 a Milano.
Prenotate al 3389383650, o info@spazioaiuto.it, vi aspettiamo!

More

BAMBINI E ALIMENTAZIONE

BAMBINI E ALIMENTAZIONE
Commenti disabilitati su BAMBINI E ALIMENTAZIONE

Gli atteggiamenti disfunzionali che da adulti manifestiamo nei confronti del cibo, nascono e si solidificano a partire dai 3 anni. Il 25%-40% dei bambini durante l’infanzia fa esperienza di problemi di alimentazione  di diverse sfumature. Il sistema di sorveglianza in età infantile Okkio alla SALUTE del Ministero della Salute stima che in Italia tra i bambini con età compresa fra i 6 e gli 11 anni, il 12% sia obeso, mentre il 24% in sovrappeso: più di un bambino su tre, quindi, ha un peso superiore a quello che dovrebbe avere per la sua età.

Nel momento in cui i pasti non rappresentano più un momento piacevole, sia il comportamento alimentare che la condizione nutrizionale ne viene compromessa.  La Mindful Eating (ossia insegnare ai bambini a mangiare in maniera consapevole, insegnare ai bambini la riconnessione con i segnali di fame e sazietà del proprio corpo e a gestire le proprie emozioni senza ricorrere al cibo) si propone come una valida risposta per la prevenzione e la presa in carico dei problemi alimentari in età evolutiva, costituendo lo strumento più efficace di psicoeducazione alimentare e ristrutturazione del comportamento alimentare. La Mindful Eating non è una dieta e non si propone la perdita di peso, ma nel momento in cui sviluppiamo un rapporto più sano col cibo, anche il peso corporeo ne viene influenzato positivamente. La Mindful Eating permette ai bambini di essere intenzionalmente presenti a ciò che stanno mangiando, di coltivare curiosità ed esplorare il cibo e la propria esperienza circa il mangiare (pensieri, emozioni e sensazioni). In questo modo, i bambini possono decidere autonomamente se quel cibo gli piace oppure no e possono imparare a sentire le proprie sensazioni corporee, comprese quelle afferenti allo stomaco, e sviluppare sensibilità per i segnali interni di fame e sazietà. I bambini sono già naturalmente mindful e connessi con questi segnali, ma crescendo perdono questa sensibilità a causa di condizionamenti come “finisci tutto ciò che hai nel piatto” oppure “il cibo non si butta”. La Mindful Eating permette di recuperare questa innata saggezza interiore.

Spesso la soluzione più ovvia al sovrappeso dei bambini viene identificata nelle diete, talvolta supervisionate da un nutrizionista, talvolta caratterizzate da una restrizione alimentare “fai-da-te”. Purtroppo sono numerosi gli studi che mettono in evidenza che le diete precoci, durante l’infanzia o l’adolescenza, hanno implicazioni per comportamenti alimentari disfunzionali che perdurano per tutta la vita. I bambini che intraprendono un percorso prescrittivo, in cui vengono vietati determinati cibi, hanno maggiori probabilità di sviluppare un disturbo del comportamento alimentare in adolescenza. Alle restrizioni alimentari è preferibile, invece, un’educazione all’alimentazione consapevole, che permette di recuperare il contatto con i propri sensi ed i propri segnali di fame e sazietà e divenire, di conseguenza, dei mangiatori saggi e rispettosi di sé, comprendendo di quanto ho bisogno di mangiare per nutrirmi bene e per trarne piacere o quando invece sto mangiando per altri motivi (noia, riempire un vuoto, rabbia, mandare messaggi…). (Fonte: Teresa Montesarchio, Centro Italiano Mindful Eating) 

Per domande o commenti, scrivi a info@spazioaiuto.it

More

MINDFUL EATING

MINDFUL EATING
Commenti disabilitati su MINDFUL EATING

CIBO ED EMOZIONI

PERCORSO DI MINDFUL EATING

Sabato 7 aprile  ore 10-12:  Mindful eating e mindless eating: imparare a mangiare consapevolmente partendo dai nostri errori, esplorare le proprie abitudini alimentari

Sabato 14 aprile  ore 10-12: Riconnettersi ed ascoltare il corpo: i sette tipi di fame

Sabato 5 maggio ore 10-12:  Cibo, condizionamenti e autocritica

Sabato 12 maggio ore 10-12:  Entrare nell’esperienza: colazione mindful

Gli incontri, guidati dalla psicoterapeuta Marta Castoldi e dalla nutrizionista Gabriella De Miranda, si terranno a Milano, in via Friuli 50, presso il Centro Temenos.

La quota di partecipazione è di 100 euro per l’intero percorso; chi prenota ed effettua il pagamento con bonifico entro il 30/3/2018 avrà diritto alla quota agevolata di 80 euro.

Bonifico: IT 67 R 0521 60 1618 0000 0000 1861 Intestato a Gabriella De Miranda

PER INFO E ADESIONI: 338 93 83 650  info@spazioaiuto.it          

Anche tu cominci la giornata con un’occhiata angosciata alla bilancia, sai calcolare a memoria le calorie, mangi solo quello che ti fa dimagrire e raramente quello che veramente vorresti, hai attacchi di fame nervosa e perdi il controllo, pensi spesso al cibo?

Mangiare è un bisogno necessario, ma molti di noi hanno un rapporto complicato con il cibo. Mindful Eating significa mangiare consapevolmente, con intenzione, imparando ad ascoltare il corpo e osservando con curiosità e gentilezza le nostre abitudini alimentari.

Diversamente dall’approccio delle diete, in cui apprendiamo dall’esterno, la mindfulness ci invita a partire dalla nostra esperienza interna, imparando ad autoregolarci secondo la propria saggezza interiore, diventando allo stesso tempo consapevoli dei pensieri e delle emozioni legati al nostro comportamento alimentare.

Il percorso di Mindful Eating punta a ridurre (o eliminare): il mangiare in automatico, tipico di quelle modalità disfunzionali legate alla fame nervosa, alle abbuffate o a problemi alimentari veri e propri; la scarsa consapevolezza di cosa e quanto si mangia, delle sensazioni del proprio corpo e dei pensieri che mantengono condotte alimentari “sbagliate”; lo stress e l’impulsività legati al momento di assunzione di cibo. Getteremo le basi per un rapporto più sereno con il cibo, imparando ad ascoltare i messaggi del nostro corpo e a coltivare una nostra consapevolezza alimentare. Ai partecipanti saranno dati esercizi pratici per proseguire il percorso a casa.

Il training si rivolge a coloro che hanno problemi di alimentazione corretta, abitudini alimentari disordinate, soffrono di compulsione all’eccesso di cibo, difficoltà di regolarsi nel mangiare e hanno una relazione difficile e disfunzionale con il cibo.

More